Come fare per... - Fallimenti


Richiesta esdebitazione
DOVE

Presso la Cancelleria fallimentare

COS'E'

L'esdebitazione è un beneficio che si concede al fallito, persona fisica, in presenza di particolari requisiti oggettivi e soggettivi previsti dall’art 142 della legge fallimentare. Si tratta di un beneficio concesso solo all’imprenditore persona fisica (e quindi non le società) che abbia cooperato con gli organi della procedura fornendo documenti e informazioni utili alla procedura:

  • che nei 10 anni precedenti non abbia beneficiato di altra esdebitazione;
  • che non abbia depauperato l’attivo;
  • che non abbia esposto debiti inesistenti;
  • che non abbia aggravato il dissesto rendendo difficoltosa la ricostruzione del patrimonio;
  • che non sia stato condannato per bancarotta fraudolenta o delitti contro l’economia pubblica, commercio e industria.

L’ammissione all’esdebitazione è subordinata anche alla parziale soddisfazione dei crediti concorsuali. In presenza di tali requisiti il tribunale, con lo stesso decreto di chiusura, dichiara d’ufficio inesigibili i crediti concorsuali non soddisfatti integralmente nei confronti del debitore. L’esdebitazione comprende tutti i debiti dell’ex fallito anteriori al fallimento. L’art 143 legge fallimentare dispone che l’esdebitazione sia concessa con lo stesso decreto che dichiara la chiusura del fallimento o anche con decreto emanato su ricorso del debitore entro l’anno successivo alla chiusura.

CHI LO PUO' RICHIEDERE

L’imprenditore persona fisica nei cui confronti sia stata aperta una procedura fallimentare.

COSA OCCORRE

L’istanza scritta .

QUANTO COSTA
  • contributo unificato di € 85,00
  • 1 marca da bollo da € 8,00 per notifiche
TEMPI MEDI NECESSARI

A vista, se la richiesta è urgente, altrimenti 3 giorni

Servizi per i cittadini