Come fare per...


Inabilitazione
DOVE

Cancelleria contenzioso ordinario

COS'E'

L’art.15 della L. 183 del 2011 dispone che “dal 1° gennaio 2012 le certificazioni rilasciate ai privati dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati, mentre, nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi, i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del DPR 445/00”.

Può essere inabilitato il maggiore di età infermo di mente, lo stato del quale non è talmente grave da far luogo all’interdizione

CHI LA PUO' RICHIEDERE

Il coniuge, i parenti entro il quarto grado, gli affini entro il secondo grado, il tutore o curatore, il P.M.

COSA OCCORRE

L’Istanza di inabilitazione viene proposta con ricorso diretto al Tribunale del luogo dove la persona nei confronti della quale è proposta , ha la residenza o il domicilio. Inoltre :

  • Certificato di residenza
  • Atto integrale di nascita
  • Stato di famiglia
  • Documentazione medica (ove disponibile)
QUANTO COSTA

Esente dal contributo unificato, ma soggetta al pagamento di €.8,00 per diritti di notifica se presentata dalla parte privata. Se presentata dal PM esente anche dai diritti di notifica che vanno prenotati a debito insieme al contributo unificato

TEMPI MEDI

3 mesi

Servizi per i cittadini