Come fare per...


Certificato godimento diritti civili
DOVE

Alla Cancelleria del contenzioso ordinario del Tribunale di competenza che è quello di residenza dell’interessato.

COS'E'

L’art.15 della L. 183 del 2011 dispone che “dal 1° gennaio 2012 le certificazioni rilasciate ai privati dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati, mentre, nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi, i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del DPR 445/00”.

Il certificato di godimento dei diritti civili attesta che nei cinque anni precedenti la richiesta a carico del soggetto richiedente non sono stati emessi provvedimenti e non sono in corso procedimenti di interdizione, di inabilitazione o di fallimento. Il Tribunale di competenza è quello di  residenza dell’interessato. Se il richiedente risiede nel circondario da meno di 5 anni, il certificato si riferirà al periodo di residenza nel circondario (in questo caso alla domanda va’ allegata un certificato di residenza). Il certificato conserva validità se presentato entro 6 mesi.  Se ad uso amministrativo per una pubblica amministrazione può essere sostituito con autodichiarazione resa ai sensi dell’art. 46 del D.lgs 28/12/2000 n° 445.

CHI LO PUO' RICHIEDERE

Il diretto interessato o un suo incaricato munito di delega.

COSA OCCORRE

Una domanda al Tribunale competente.

Nel caso di delega sono indispensabili i documenti di riconoscimento in corso di validità del delegante e del delegato.

QUANTO COSTA

 

Una marca da bollo da € 14,62 da apporre sull’istanza;

Da allegare altre due marche:

1 da € 14,62 da apporre sul certificato rilasciato dall’ufficio;

1 da  € 3,54 per i diritti di cancelleria (se richiesto con urgenza in giornata una marca di €7 .08)

 

Servizi per i cittadini